Quali sono gli stili in cui arredare la casa nel 2017 – 2018?

Casa nostra deve essere in grado di richiamare il meglio di noi, di rilassarci, farci sentire a nostro agio e mostrare agli altri qual’è il nostro stile ideale: per questi motivi trascurare l’arredamento ed il design degli inteni a casa è sempre una pessima idea ed è importante prendersi del tempo libero in cui decidere a quali stili ispirarsi per la decorazione e la sistemazione degli ambienti della nostra abitazione.

In questo articolo vedremo alcuni degli stili più conosciuti in cui arredare la casa nel 2017-2018 assieme a qualche consiglio pratico su come applicarli negli spazi e nelle stanze di casa.

Il primo stile che andimo a conoscere è quello stile industriale: si tratta di un tipo di stile di arredamento in cui gli oggetti sono leggermente ruvidi, con scalfiture e variazioni cromatiche che consentano ai materiali impiegati nell’arredamento di esprimere la propria autenticità esprimendosi per quello che sono. Come stile è abbastaza spartano ma se ben impiegato è di grandi capacità.

Shabby chic è il nome di uno stile di arredamento fra i più conosciuti per la casa in cui si unisce l’idea di trasandato e vissuto con l’idea di eleganza; questo si concretizza per la compatezza delle scelte di colore e per la preferenza di colori grigi o bianchi.

Un altro stile di arredamento per la casa popolare nel 2017 – 2018 è sicuramente quello Vintage. Vediamo sotto alcuni dettagli su questo stile, in particolare degli esempi, da cui potremmo giustamente prendere spunto per arredare la nostra casa:

Bauli, sgabelli, divani, credenze e mobiletti retrò sono solo alcuni degli elementi tipici dello stile vintage, con i quali è possibile riproporre l’atmosfera del passato.

Per gli amanti della musica, un giradischi o una vecchia radio saranno la scelta migliore per mostrare a tutti la propria passione. Gli appassionati di arte potranno scegliere oggetti in stile pop art, colorati e vivaci.

Fonte: design interni cuneo

Il vintage si adatta bene a molti ambienti e non necessita di eccessiva cura; potrebbe però saltare all’occhio il contrasto fra antico e moderno nel caso in cui si scelga di inserire oggetti particolarmente tecnologici nell’ambiente.

Un altro stile curioso in cui arredare la casa è costituito dal Boho-chic, uno stile che permette di liberare ed esprimere appieno tutta la propria personalità mediante scelte non convenzionali. Si differenzia dagli altri per essere neutro, limpido e con sfumature leggere di eleganza.

In realtà lo stile di arredamento Boho-chic deriva dall’omonima moda femminile cominciata nei primi anni del 2000 e derivante a sua volta da asptti bohemiani ed hippy. Il nome di questo stile di arredamento e di moda è stato creato da David Brooks, intento a sintetizzare uno stile con principi etici come quelli ecologici e di ipercultura artistica.

Il look boho-chic, molto influenzato dallo stile hippy dei tardi anni sessanta, diventò popolare dopo che l’attrice Sienna Miller lo adottò in occasione del Glastonbury Festival nel 2004,benché tale look fosse stato già adottato dall’attrice in alcuni servizi fotografici nell’ottobre 2003, e da alcuni abitanti del distretto W10 di North Kensington, un’area di Londra, associata alla cultura boheme sin dagli anni cinquanta.

Fonte: wikipedia

Richiamare il mare, sempre, anche nell’arredamento; lo stile costiero rappresenta appieno coloro che amano vivere vicini alle coste e tendono a preferire il sole ed il mare a qualsiasi altro luogo in cui andare per le vacanze oppure ad abitare. Lo stile di arredamento costiero permette di trasmettere fascino e serenità alle persone che vengono a trovarci ed è molto semplice da ottenere: basta acquistare vari elementi decorativi che ricordino il mare, come ad esempio conchiglie, sabbie, elementi nautici, quadri col mare e altre cose fra cui piante marine (ad esempio un bellissimo acquario con all’interno qualche pianta e dei pesci).