II FuoriSalone e Design Week al Salone del Mobile di Milano 2017

FuoriSalone 2017

Anche quest’anno torna il Salone del Mobile di Milano che, giunto alla 56esima edizione, si conferma l’appuntamento più importante del mondo dell’arredo e del design per aziende, operatori e appassionati del settore. Quali sono le caratteristiche di questo Salone del Mobile 2017? Internazionalità, innovazione ma anche lusso, con ‘Classico: Tradizione nel futuro’, un nuovo format per il mobile e i complementi classici. Dal 4 al 9 aprile 2017, il quartiere fieristico milanese si trasforma nel polo internazionale del design grazie al Salone del Mobile e a eventi quali il Salone Internazionale del Complemento d’arredo,

Fuori Salone 2017 Salone Mobile di Milano 2017

Fuori Salone 2017

Euroluce, Working 3.0 e il Salone Satellite, l’area espositiva dedicata ai designer emergenti under 35. Ma il Salone non riguarda soltanto Rho Fiera: tutta Milano viene coinvolta con l’arrivo di migliaia di turisti, studenti e appassionati interessati all’esposizione e agli eventi del Fuori Salone che animano i diversi Design District della città.

Il Fuori Salone, in questa edizione 2017, avrà proprio il compito di unire la Citta’: il centro città, in particolare il The Mall di Porta Nuova, e l’area espositiva di Rho Fiera Milano. per rendere tutta Milano partecipe di un grande e unico evento.

Cos’è il Fuori Salone?

Il Fuorisalone è una manifestazione nata spontaneamente nei primi anni ’80 dalla volontà di aziende attive nel settore dell’arredamento e del design industriale. Attualmente vede un’espansione a molti settori affini, tra cui automotive, tecnologia, telecomunicazioni, arte, moda e food.

Fuori Salone non non va percio’ inteso come un evento fieristico: infatti non ha un’organizzazione centrale e non è gestito da un singolo organo istituzionale. E’ da intendersi dunque come l’insieme degli eventi distribuiti in diverse zone di Milano che avvengono in concomitanza col Salone Internazionale del Mobile.

Fuorisalone.it è una piattaforma di comunicazione che offre un sistema di supporto ad aziende, enti, privati o associazioni per l’ideazione, realizzazione e promozione e di eventi durante la Design Week.

Fuori Salone 2017: gli Eventi da non perdere

Il Fuorisalone, è oggi uno degli appuntamenti più mondani e divertenti dell’anno. In migliaia arrivano da tutta italia e dal mondo: architetti, designer, studenti, artisti o semplici curiosi pronti a farsi travolgere dalle decine di eventi, inaugurazioni e feste concentrate nella settimana dal 3 al 9 aprile 2017.  non tutte le installazioni e i luoghi citati sono aperti per tutta la settimana; consigliamo di controllare i siti indicati.
Abbiamo scelto le migliori idee per scoprire il Fuorisalone senza perdere il sonno, puntando su tutti quei luoghi – palazzi, monumenti, spazi – che vengono aperti eccezionalmente per l’occasione: un’occasione in più per scoprire la bellezza nascosta di Milano.
Attenzione: non tutte le installazioni e i luoghi citati sono aperti per tutta la settimana; consigliamo di controllare i siti indicati.

Gli eventi selezionati

1. Zona Tortona: l’inizio 
Dove tutto ebbe inizio. Proprio qui, nel 2001, nasce la prima zona del design Fuorisalone con Superstudiopiù e altre realtà creative pronte a soddisfare la crescente curiosità di addetti e non addetti ai lavori alla ricerca di novità e idee fresche. Molto è cambiato nel corso del tempo con l’inaugurazione di musei come il Mudec, spazi espositivi come Base e mix tra design e moda come il Silos di Armani. Notte d’apertura giovedì 6 aprile.
Andando in ordine: al numero 27 di via Tortona, ecco SuperDesignShow 2017, tema Time to Color!, con molte installlazioni spettacolari; al numero 33, la mostra della rivista Domus dedicata alla città di Milano, da non perdere; al numero 58, Design Surface e Cabana Magazine propongono un viaggio multiculturale con allestimenti scenografici. Ancora: allo spazio Base, in via Bergognone, Design Nomade, con le idee dei designer per architetture pensate per essere spostate.
Info: www.tortonadesignweek.com
2. Zona Centro: mostre di qualità
Il centro di Milano (a est del Duomo) è la zona dove si trovano gli showroom più noti, i grandi brand, gli oggetti più chic. D’obbligo una passeggiata in via Durini per capire che cosa significa il design oggi: per esempio da Salvioni, in via Durini 3, dove un intero palazzo è stato trasformato in cinque appartamenti a tema; oppure da Porro, in via Durini 15, dove troverete una bella installazione firmata da Lissoni. Oltre San Babila, da scoprire bellissimi palazzi: palazzo Bovara, in corso Venezia 51, con gli allestimenti di Elle Decor; palazzo Serbelloni, in corso Venezia 4 (nella foto sotto), con l’installazione di Caesarstone; l’Istituto dei Ciechi, con gli incredibili lampadari di Wonderglass (via Vivaio 7); palazzo Crespi (corso Venezia 20), con le collezioni di Swarovski.
Il centro della zona è comunque il cortile dell’Università Statale in via Festa del Perdono, dove la rivista di design Interni invita designer da tutto il mondo a inventarsi un modo per interagire con gli spazi dell’Università. Le installazioni trasformano, dl 3 al 15 aprile, i cortili e le logge della Statale regalando ogni volta qualche sorpresa. Scenografie temporanee e immateriali che raccontano storie e sperimentazioni oltre i confini tradizionali del design e dell’architettura.
3. Brera Design District: una, cento, mille inaugurazioni
Fuori Salone 2017 Brera Design Week

FuoriSalone Brera

Progettare è un gioco, giocare un progetto. Questo il tema per il 2017 di questa zona, forse quella a più alta concentrazione di eventi ed esposizioni nelle decine di showroom che la caratterizzano. Basta passeggiare una sera qualsiasi tra via Solferino, via Palermo e corso Garibaldi per rendersi conto di quanto c’è da vedere! La notte bianca del quartiere è prevista per venerdì 7 aprile.

Bici Ritrovate Fuori Salone 2017 Salone del Mobile di Milano

Bici Ritrovate Fuori Salone 2017

Attenzione particolare alla mostra di bici storiche di Biciclette ritrovate, l’evento organizzato il 5 e 6 aprile presso lo storico negozio di biciclette Rossignoli in corso Garibaldi. Ha dato il suo contributo anche il Touring Club Italiano, con le storiche targhe prodotte dall’associazione nei primi anni del Novecento: “quegli speciali indicatori ai crocivii” che il giovane Touring Club Ciclistico Italiano posizionava sulle strade italiche “onde evitare inconvenienti e disgrazie”. Tutte da vedere (nella foto sotto, di Jacopo Zurlo); maggiori info nella nostra news dedicata.
Tra le altre  cose da fare: entrare nel palazzo di via Palermo 1, dove a ogni piano c’è qualcosa da visitare, e alla Pelota di via Palermo 10, con le creazioni di Hermès; proseguire per la mostra dedicata ad Aldo Rossi all’Ordine degli architetti (via Solferino 19); affacciarsi alla Pinacoteca di Brera, all’ex chiesa di San Carpoforo e a Palazzo Cusani, dove l’evento è “White in the city”, ovvero si racconta il bianco in tutte le sue forme (progetto di Oikos); entrare in via Brera 28 per vedere che cosa hanno combinato gli studenti dell’Accademia (evento Panasonic: preparatevi a luci, suoni e immagini); e infine ammirare la spettacolare installazione “Fritz Hotel” in via San Carpoforo 9, un immaginario hotel di Miami in stile liberty.
Info: www.breradesigndistrict.it

4. 5 Vie: la bella non addormentata
Le 5 Vie, Fuori Salone 2017

Le 5 Vie, Fuori Salone 2017

Il distretto delle 5 Vie (tra via Torino, corso Magenta e via Carducci) è uno dei più recenti e decisamente tra i più attivi del Fuorisalone. Non si limita infatti solo alla Design Week nell’organizzazione di eventi, ma è concentrato in un progetto di marketing territoriale più ampioGrande opening mercoledì 5 dalle 18 alle 23, con strade chiuse al traffico e tutti i negozi e le gallerie aperte.
Tra i tanti spazi aperti, consigliamo di visitare Studio Nerino e il laboratorio Paravicini, che crea piatti decorati a mano (via Santa Marta 21); il Foyer Gorani, novità di quest’edizione, piazza con torre medievale e un nuovo edificio che vede esposti i progetti di vari designer (via Gorani/via Brisa, nella foto sotto di Claudia Zalla); il cortile fascinoso della Siam (via Santa Marta 18); il giardino di Santa Valeria (via Luini 12), dove “AlmaRes” mette in mostra materiali recuperati che acquistano nuove identità;
Poco fuori dalla zona, da esplorare il bellissimo Palazzo Turati, in via Meravigli 7, con design, arte, moda olandese; nell’adiacente galleria Forma Meravigli, opere di design ispirate a Mondrian; e, poco lontano, Palazzo Litta, con il cortile trasformato grazie a un soffitto di blue jeans (corso Magenta 24). E se avete voglia di fare ancora due passi, la vista dallo studio di Martina Gamboni (via De Amicis 19) è spettacolare…
Info:5vie.it

5. Porta Venezia: dal Liberty al design
Porta Venezia Design Fuori Salone 2017

Porta Venezia Design Fuori Salone 2017

Lo stile di ieri e quello di oggi si confrontano in questa zona affascinante, melting pot di generi e culture diverse, luoghi di tendenza e studi di architettura. Previste 16 visite guidate a palazzi e luoghi segreti, come l’Albergo Diurno, riaperto grazie al Fai. Da segnalare in particolare la mostra “Gio Ponti/Roberto Sambonet. Il cuore dei Ponti per i Sambonet” alla casa museo Boschi Di Stefano, luogo Aperto per Voi dai Volontari del Touring Club Italiano: una raccolta di lettere disegnate da Ponti e indirizzate a Sambonet (via Jan 15, nella foto sotto).
Ancora: il casello Ovest di Porta Venezia ospita una mostra sui temi del food e del design, con un progetto solidale sul pane; la Gam di via Palestro punta sullo scambio tra design e artigianato; al Centro culturale ceco in via Morgagni 20 in mostra il laboro di sette designer della Repubblica Ceca; e da Jannelli & Volpi, in via Melzo 7, un percorso di installazioni davvero caleidoscopico.
Info: portaveneziaindesign.com

6. Zona Lambrate/Ventura: così lontana, così vicina
Lambrate Fuori Salone 2017

Lambrate Fuori Salone 2017

Chi cerca qualcosa di davvero originale, fresco, giovane deve arrivare fino a qui. Da 8 anni Ventura Projects propone le creazioni di centinaia di espositori provenienti da tutto il mondo pronti a stupire tutti con le loro idee spesso bizzarre e insolite. La notte di apertura è prevista per il 5 aprile.
Dove andare? Qui c’è proprio l’imbarazzo della scelta, ma conisgliamo di fare una capatina in via Ventura 14 e in via Ventura 15: al primo indirizzo Ikea ha organizzato un vero e proprio Festival del design; al secondo, lo Spazio Ventura, molti oggetti interessanti. In Via Ventura 1, allo spazio Logoatel, un’installazione robotica di 10 metri; in via Oslavia 11, una concentrazione di mostre portoghesi, coreani, neozelandesi e tedeschi.
Info:venturaprojects.com

7. Zona Isola: la novità numero 1
Isola Fuori Salone 2017, Milano

Isola Fuori Salone 2017, Milano

Incredibile ma vero: è il primo anno che la Zona Isola – quartiere tra i più trendy e amati dai giovani – partecipa al FuoriSalone! Oltre a installazioni e mostre, tutti i bar, i negozi e i ristoranti sono coinvolti. Tra gli indirizzi da scoprire, due spazi in via Pastrengo, al 12 e al 14: nel primo, dieci designer olandesi, nel secondo designer da tutto il mondo, con un robot che produrrà oggetti in stampa 3D per tutt ala setimana e un’esperienza olfattiva che si preannuncia senza precedenti. Ancora, Offi Milano, ateler di fiori, espone coprivasi di design (via Carmagnola 8); nei locali del Frida, storico locale, rilfessione sugli ostacoli che i progettisti affrontano nel loro lavoro; bellissimo Riva Viva, in via Lambertenghi 18, con sculture vegetali (nell’ambito del progetto Botanik) e altri progetti di eco design.

8. Zona Ventura Centrale: la novità numero 2
Centrale Fuori Salone 2017, Milano

Centrale Fuori Salone 2017, Milano

Altra novità di quest’anno è l’apertura dei magazzini della Stazione Centrale, in via Ferrante Aporti 15 (lato destro della stazione): uno spazio immenso, rimasto abbandonato per decenni, dove un tempo c’erano i depositi delle ferrovie. Da non perdere la spettacolare installazione di Lee Broom, designer di lampade che ha creato una giostra luminosa all’interno di un immenso spazio a volta totalmente vuoto; e quella di Lensvelt, intitolata “Posso avere la vostra attenzione, per favore'”, con decine di campane che susurrano poesie, storie, opinioni. Uno spazio tutto da scoprire.

9. Altre zone

  • In zona Castello, da visitare lo studio di Achille Castiglioni con una mostra intitolata La Casa Abitata: bellissima l’atmosfera della casa del grande architetto (piazza Castello 27).
  • In zona corso Como, da non perdere l’allestimento di Cassina alla Fondazione Feltrinelli (viale Pasubio 5), realizzato da Patricia Urquiola per festeggiare i 90 anni del brand.
  • In zona sud, vicino alla Fondazione Prada, la  è una location industriale da urlo per l’allestimento di Paola Lenti (via Orobia 15, nella foto sotto).
  • In zona nord (via Lancetti 34), l’atrio del Depot si trasforma in un teatro di posa dove sono esposti nuovi progetti di vari architetti: fantastica anche in questo caso la location.